Mondiali Cadetti e Giovani di Plodiv2017

Da Federscherma

Nel fioretto femminile, Serena Rossini sfiora il titolo iridato, concludendo con una medaglia d’argento dal grande valore. L’anconetana del Club Scherma Jesi ed in forza alle Fiamme Gialle, sale sul secondo gradino del podio al termine di una prestazione superlativa, conclusasi con la sconfitta in finale per 15-8 contro la giapponese Komaki Kikuchi.
La perla di giornata è stato senz’altro l’assalto dei quarti di finale contro la statunitense Sabrina Massialas. Al cospetto di un’atleta più esperta e che vanta il titolo iridato 2016, la marchigiana non ha avuto alcun timore reverenziale e, dopo una prima parte d’assalto difficile, è riuscita a rimontare sino a giungere al termine del tempo regolamentare sul 11-11. Nel minuto supplementare è poi riuscita a piazzare la stoccata del 12-11 che le ha aperto le porte della semifinale poi vinta contro contro la cinese Ali Huang per 14-12.
Nel suo percorso di gara, la fiorettista azzurra, dopo aver superato per 15-11 l’ungherese Kondricz, aveva sconfitto la polacca Beata Zurowska per 15-5 ed era approdata ai quarti di finale dopo aver sconfitto per 15-11 la statunitense Sylvie Binder.
Si sono fermate invece nel turno delle 32 sia Elena Tangherlini che Elisabetta Bianchin. La prima, dopo aver superato la spagnola Diaz per 15-11, è stata fermata dalla francese Marie Duchesne per 15-10.
Elisabetta Bianchin, invece, dopo aver sconfitto 15-6 la britannica Beardmore, ha subìto il 15-8 dalla giapponese Karin Miyawaki.
Stop nelle 64 per Lodovica Bicego, la quale, dopo aver sconfitto l’argentina Athina Gonzalez Ciavarella per 15-8, è stata eliminata dalla stoccata del 15-14 piazzata dalla giapponese Kikuchi.

Nel Fioretto Maschile Cadetti, sfortunato è stato Tommaso Marini uscito nel turno dei 16 . Il campione europeo 2017 di categoria è stato sconfitto col punteggio di 15-12 dallo statunitense Julian Cheng.

Foto Augusto Bizzi